IL POTERE DELLE VOCALI E COME UTILIZZARLE

La tua voce per trovare energia ed equilibrio tutto l’anno.

In questo video ti spiego come e perché utilizzare la voce per riequilibrare corpo e mente e come scegliere le diverse vocali in base al momento che stai vivendo per riceverne il massimo beneficio!

La tecnica della vocalizzazione è molto antica e appartiene a varie culture, essa è usata come meditazione, preghiera e cura. Se ben realizzata, determina un massaggio mentale e psichico che induce un profondo benessere psico-fisico.

Il corpo umano è un corpo di suono ed è attraverso il suono che si può lavorare sulle sue energie e anche ogni aspetto della mente ha il suo corrispettivo vibratorio e sonoro.

Le vocali sono considerate modificazioni fondamentali del suono primordiale, rappresentano la mente e lo spirito, l’aspetto senza forma della realtà che opera attraverso i sensi e la mente.

Per praticare in funzione delle necessità individuali e secondo i vari periodi dell’anno, in accordo con i principi dello Yoga su Misura, si può privilegiare la pratica di determinate vocali tenendo conto delle qualità degli elementi. Ecco come.

IN INVERNO

Nella stagione invernale, durante la quale si osserva l’aggravamento degli elementi Aria ed Etere nella sua prima parte e Terra ed Acqua nella sua fase finale; è raccomandabile utilizzare i suoni vocalici che stimolano le qualità degli elementi Terra, Acqua e Fuoco: la E chiusa, la I, la  U, la O chiusa, la O aperta, che agiscono in modo benefico su stati di ansia, di rigidità e dolori articolari, senso di stanchezza e sonnolenza.

IN PRIMAVERA

In primavera, invece, poiché tendono ad aggravarsi gli elementi Terra ed Acqua, con stati di apatia, sonnolenza, pigrizia, pesantezza, è opportuno lavorare principalmente con i suoni vocalici che stimolano le qualità degli elementi Aria e Fuoco: la O aperta, la A,  la E aperta, la E chiusa, la I.

IN ESTATE

In estate, l’elemento Fuoco tende ad aggravarsi, con stati di impazienza, aggressività, irascibilità, infiammazioni e infezioni. E’ opportuno quindi lavorare principalmente con i suoni vocalici che stimolano le qualità degli elementi Terra e Aria: la U, la I, la E chiusa, la E aperta e la A.

IN AUTUNNO

In autunno gli elementi Aria ed Etere tendono ad aggravarsi più di qualsiasi momento dell’anno, con la presenza di stati di ansia, rigidità articolare, insonnia, paura, instabilità; è quindi bene lavorare principalmente con i suoni vocalici che stimolano le qualità degli elementi Terra e Acqua e a differenza della prima parte dell’inverno meglio tralasciare il Fuoco che in genere fa ancora sentire la sua “eco” dopo l’estate:  la E chiusa, la I, la U, la O chiusa.

ECCO ALCUNE INDICAZIONI UTILI PER LA PRATICA!

Trova una posizione confortevole, sedendoti per terra o su una sedia, con la schiena dritta. Metti una mano sull’addome e una sul petto e fai tre respirazioni complete: senti il respiro come un’onda che nella fase di inspirazione si espande dal basso verso l’alto: nell’addome, nel torace e nelle clavicole; nella fase di espirazione l’onda opera in senso inverso: dall’alto verso il basso, facendo sgonfiare la zona sottostante le clavicole, il torace e infine l’addome.

Come ho detto prima, per riequilibrare gli elementi Terra e Acqua possiamo usare le vocali: la O aperta, la A,  la E aperta, la E chiusa, la I, hanno qualità opposte e complementari. Eseguiamole insieme una volta ognuna.

Per riequilibrare l’elemento Fuoco utilizziamo invece le vocali: la U, la I,  la E chiusa, la E aperta e la A.

Per riequilibrare gli elementi Aria ed Etere utilizziamo le vocali: la E chiusa, la I, la U, la O chiusa e la O aperta.

Una volta scelte le vocali corrispondenti agli elementi che vuoi riportare in equilibrio, le esegui una decina di volte e questo puoi farlo dedicando una piccola sessione a parte oppure dopo la tua pratica di asana, a conclusione, dopo il rilassamento.

Alla fine dell’esecuzione chiudi gli occhi e nel silenzio, rimani in ascolto degli effetti della pratica.

Se hai trovato questo video utile metti mi piace o lascia un commento; se vuoi approfondire questo argomento contattami!

Shubhamastu, siate felici nella Musica e nello Yoga

Namastè

Ti è piaciuto questo articolo? Lascia un commento e condividilo con i tuoi amici!

42 commenti
  1. Roberta
    Roberta dice:

    Grazie
    Io canto da tempo …e sto cercando il mio equilibrio vocale da anni , dopo una operazione alle corde per cisti .
    Grazie proverò a praticare per vedere se trovo beneficio .
    Grazie di cuore.
    Namaste

    Rispondi
    • Matilde Mulè
      Matilde Mulè dice:

      Cara Roberta troverai sicuramente beneficio nel cantare le vocali così come ti ho indicato nel video. Unica raccomandazione quella di cantarle durante l’espirazione: inspiri e poi espirando canterai le vocali. Incomincia con la I e con la E.
      Buona pratica e fammi sapere come sta andando.
      Tante vibrazioni di suoni e di luce
      Matilde

      Rispondi
  2. Adriana Viganò
    Adriana Viganò dice:

    Grazie Matilde,l’argomento è molto interessante e mi piacerebbe approfondirlo e metterlo in pratica.
    Mi chiedo se a Torino, dove abito, e pratico yoga kundalini, è possibile farlo.Namaste

    Rispondi
    • Matilde Mulè
      Matilde Mulè dice:

      Cara Adriana, non so se a Torino c’è qualche centro che approfondisce il suono vocalico. Intanto puoi esercitarti con le indicazioni che vi ho dato nel video; per qualunque dubbio o problema non esitare a contattarmi. Intanto ti saluto e ti auguro buona pratica
      Om Suryay Namaha
      Matilde

      Rispondi
  3. Laura
    Laura dice:

    Grazie Shanti 💕 questo nuovo video è una luce 🌟 una nuova via da far entrare pian piano nella nostra vita 🥰 Vita molte volte troppo frenetica………. senza stacchi e momenti x noi 😞 Un forte abbraccio 🙏🏻💙💜❤️💚

    Rispondi
    • Matilde Mulè
      Matilde Mulè dice:

      Cara Laura grazie delle belle parole che hai detto, grazie, grazie.
      Il suono e nello specifico il suono vocalico è veramente una luce vibrante che ci può aiutare in tante situazioni ed in qualunque momento.
      Ti abbraccio forte e ti auguro buona pratica
      Om Suryay Namaha
      Matilde

      Rispondi
  4. Massimo
    Massimo dice:

    Bellissima tecnica cha non conoscevo. Essendo un cantante la utilizzerò con molta curiosità.
    Mi piacerebbe approfondire la tecnica.

    Rispondi
    • Matilde Mulè
      Matilde Mulè dice:

      Caro Massimo, è una tecnica meravigliosa e specialmente per un cantante è utilissima. Incomincia a praticarla e vedrai subito gli effetti. Emetterai i suoni vocalici durante l’espirazione, ricordati.
      Un caro saluto e melodiosa pratica
      Shubham Bhavatu
      Matilde

      Rispondi
    • Matilde Mulè
      Matilde Mulè dice:

      Ottimo Flora, il modo migliore per capire la potenza e la bellezza di questa tecnica è metterla in pratica.
      Ti auguro un melodioso lavoro.
      Grazie del tuo commento
      Shubham Bhavatu
      Matilde

      Rispondi
  5. Pamela
    Pamela dice:

    Buongiorno Matilde. Video interessante.. Sperimenterò! Esiste una vocalizzazione per chi soffre di pressione bassa?
    Grazie.
    Namastè
    Pamela

    Rispondi
    • Matilde Mulè
      Matilde Mulè dice:

      Buongiorno Pamela, praticando la vocalizzazione si dovrebbe armonizzare e stabilizzare anche la pressione. Puoi provare, prima di emettere il suono ed espirare, a fare una breve apnea a polmoni pieni, quindi espirare e durante l’espirazione cantare la vocale o le vocali.
      Buona pratica
      Shubham Bhavatu
      matilde

      Rispondi
    • Matilde Mulè
      Matilde Mulè dice:

      Grazie Lia,
      appena possibile farò un altro video per degli approfondimenti. Nel frattempo continua a praticare perchè ogni volta percepirai qualcosa di nuovo.
      Shubham Bhavatu
      Matilde

      Rispondi
  6. Innocenza lucia Condorelli
    Innocenza lucia Condorelli dice:

    Grazie Matilde, proverò ad eseguire queste vocali cantate nella pratica, se sempre riuscirò, perché quando recito la sillaba om, ad alta voce per tre volte ,già mi disturba, preferisco mentalmente, ti farò sapere

    Rispondi
    • Matilde Mulè
      Matilde Mulè dice:

      Cara Innocenza, puoi cantare le vocali anche a bassissima voce o in modalità anahata ( mentalmente senza emissione di suono), l’importante che tu possa praticare ogni giorno senza avere fastidio. Tienimi aggiornata
      Shubham Bhavatu
      Matilde

      Rispondi
  7. Stefania
    Stefania dice:

    Grazie di questo interessante argomento. Da quando tanti anni fa ho iniziato a lavorare su di me i suoni mi hanno attratta. Molte volte mi sono trovata in auto a emettere vocali superando il mio tabù dell’essere stonata. Le vibrazioni della mia voce le percepisco molto benefiche così come le vibrazioni di gong e campane. Approfondirò questo tema. Per ora grazie di cuore 🙏🏻

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Seguici su Facebook